Se l’edificio è sottoposto ad almeno uno dei vincoli del «Codice dei beni culturali e del paesaggio», o se gli interventi “trainanti” sono vietati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali, l’Ecobonus al 110% si applica a tutti gli interventi di risparmio energetico cd. “trainati”, anche in assenza degli interventi “trainanti”, fermo restando il rispetto dei requisiti minimi e il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o delle unità immobiliari, o in caso di impossibilità, il conseguimento della classe energetica più alta14.

A quest’ultimo proposito, nella CM 30/E/2020, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la verifica circa il miglioramento della classe energetica va effettuato:

  • considerando l’intero edificio, qualora gli interventi trainati siano eseguiti su tutte le unità che lo compongono,
  • con riferimento alla singola unità immobiliare, se gli interventi trainati siano realizzati solo su alcune unità che compongono l’edificio. In questa ipotesi, l’asseverazione va predisposta utilizzando la procedura prevista per le unità funzionalmente indipendenti.