Infissi

Con il Superbonus è possibile sostituire infissi, porte e finestre accedendo alla maxi agevolazione del 110%

La regola generale è che la detrazione relativa agli infissi riguarda tutte le tipologie di serramenti, compresi quindi porte e portoni, in grado di assicurare un miglioramento del rendimento energetico rispetto a quelli in precedenza installati.

La sostituzione degli infissi è un lavoro cosiddetto “trainato”, ossia che deve essere per forza eseguito congiuntamente con un “trainante” (cappotto termico, sostituzione dell’impianto di riscaldamento).

Materiali e finiture

Per un intervento davvero sostenibile, materiali e finiture impiegati devono rispondere a determinate esigenze funzionali. Naturalmente per ristrutturare come per costruire, sono da preferire i materiali per la bioedilizia.
L’intonaco a base di calce naturale è adatto sia per esterni sia per interni, mentre una finitura in terra cruda, adatta agli interni e per i pavimenti.
Per i pavimenti, il legno è il materiale preferito, insieme a pavimentazioni in ceramica, cotto, grès e maioliche. Sarebbe opportuno, inoltre, ricorrere a collanti a base di calce e resine naturali.
Anche i pavimenti di gomma naturale e il linoleum sono classificati come materiali bioecologici. In particolare, il linoleum, è un composto di farina di legno e sughero, iuta, calce, resine naturali, olio di lino e pigmenti. E’ molto durevole, resistente e igienico. Esiste in commercio in una vastissima gamma di colori, in doghe o piastrelle maschiate per la posa a secco.

CONTATTACI E PARLIAMONE INSIEME